imagealt

FESTIVAL DELLA CULTURA PARALIMPICA L’INCLUSIONE NON E’ UN LUOGO COMUNE

Il Festival della Cultura Paralimpica è un’iniziativa ideata dal Comitato Italiano Paralimpico con l’obiettivo di promuovere una diversa percezione della disabilità mediante i racconti, le testimonianze e le parole dei protagonisti del mondo dello sport paralimpico e di tutti coloro che, a diverso titolo, hanno affrontato questo tema. La nostra scuola ha avuto la possibilità di partecipare a Milano il 13 ottobre 2022 ad una delle tre giornate  in quanto un alunno  da alcuni anni fa parte della nazionale paralimpica di nuoto.
Un gruppo di docenti,  ha accompagnato le classi coinvolte sostenendo l’iniziativa e incoraggiando le riflessioni sul tema dell'inclusione, soffermandosi sulle modalità con cui si devono valorizzare le abilità di ogni studente.
L’inclusione non è un luogo comune è il claim scelto per sottolineare il tema al centro di questa edizione. Inclusione come lotta ai pregiudizi e alle differenze ma anche come percorso che richiede conoscenza, impegno, libertà di pensiero. 
Partendo da questa considerazione è stato importante il coinvolgimento di due classi del nostro Istituto promuovendo questa esperienza estremamente arricchente sia sul piano umano che su quello educativo.
Lo studente Karim Gouda della classe 5M, campione europeo giovanile dei 100m dorso e detentore del record del mondo di 200m dorso in vasca corta e detentore di tanti altri record italiani, ha potuto condividere l’esperienza con i compagni e  godere della loro stima e apprezzamento.
Questo scambio rappresenta il fine ultimo delle attività formative ed educative che la scuola propone.
Il nostro Istituto, attento alla dimensione inclusiva, ha orgogliosamente valorizzato la partecipazione di un nostro studente al quale auguriamo di avere sempre la possibilità di migliorare le proprie abilità in una società che deve  sempre garantire l’inclusione.
Il Festival della Cultura Paralimpica è stato patrocinato dal Ministro dell’Istruzione, dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia con la partecipazione della Fondazione Milano-Cortina 2026 e ha visto la partecipazione di grandi personalità della  cultura dello sport e dello spettacolo.